I nostri consigli

Test di gravidanza domestico: ecco come e quando farlo
10 Giu

Test di gravidanza domestico: ecco come e quando farlo

Vuoi scoprire se sei incinta o desideri una gravidanza? Scopri come funziona e quando fare il test di gravidanza domestico.

Su cosa si basa il test di gravidanza? Si tratta di un esame basato sul dosaggio di un ormone prodotto dalle cellule “trofoblastiche” dell’embrione dopo l’impianto. Stiamo parlando del noto ormone Beta-HCG, cui nome scientifico è gonadotropina corionica. Una volta impiantato nell’utero, questi stimola il corpo luteo a produrre progesterone, ormone di primaria importanza per la fase di annidamento ed evoluzione della gestazione.

I livelli di Beta HCG presentano un incremento costante durante tutto il primo trimestre di gravidanza, tendendo a raddoppiare ogni 2-3 giorni nelle prime 6 settimane fino a raggiungere i picchi massimi tra l’8° e la 12° settimana di gestazione. Dopo di che iniziano a diminuire gradualmente dalla 16°settimana. Tale ormone è emesso nel sangue e successivamente nelle urine: per questa ragione è possibile dosarlo tramite sangue con un prelievo e/o con un campione di urine mediante i comuni test di gravidanza domestici in commercio.

Test di gravidanza domestico: come funziona e come farlo

Questo tipo di test è in genere quello urinario e dispone di una striscia reattiva pregna di anticorpi monoclonali, ovvero molecole capaci di riconoscere l’ormone della gravidanza. Scoprirai di essere incinta o meno dopo pochi minuti. Il test di gravidanza a uso domestico è di facile utilizzo e gode di un’ottima sensibilità: riesce infatti a rilevare la presenza di Beta HCG fino a 8 giorni dopo l’ovulazione e può essere usato fin dal primo giorno di ritardo del ciclo mestruale.


Istruzioni per l’uso. Premettendo che è acquistabile in farmacia senza obbligo di ricetta e che ogni kit contiene istruzioni dettagliate, questo tipo di test è in genere un dispositivo costituito da uno stick di cui basta mantenere il punto indicato sotto il flusso di urina per pochi secondi. Se preferisci puoi invece raccogliere l’urina in un contenitore e immergervi la striscia reattiva. Terminata la procedura, mediante una reazione chimica potrai leggere l’esito positivo o negativo del test dopo soli 3-4 minuti. Se positivo, sul bastoncino vedrai apparire una linea colorata (se appare sbiadita o appena accennata, ripeti il test a distanza di qualche giorno), un sorriso, il simbolo “+” oppure la scritta “incinta”/ “non incinta”. Alcuni di test di gravidanza ti indicano anche da quante settimane sei incinta.

Quando fare il test di gravidanza domestico

Dopo quanto fare il test di gravidanza? Si può fare il test di gravidanza prima del ciclo? Ti consigliamo di farlo dopo il 1° giorno di ritardo, se presenti un ciclo regolare. Se invece le tue mestruazioni sono irregolari è bene attendere 4-5 giorni di ritardo. E in caso di rapporto a rischio? Anche in questo caso è inutile fare il test il giorno dopo in quanto la risposta non sarebbe attendibile.

Affidabilità test di gravidanza: possono sbagliare?

La percentuale di affidabilità dei test di gravidanza in commercio è pari al 97%. Se nonostante l’esito negativo le mestruazioni continuano a non arrivare, è bene consultarsi con il proprio ginecologo per valutare se effettuare un nuovo test domestico o ematico.

È possibile che la gravidanza sia iniziata ma il test non lo rivela?

Sei incinta ma il test non riesce a decifrarlo? Ciò potrebbe verificarsi per alcuni dei seguenti motivi:

  • Hai eseguito il test troppo precocemente;
  • Il test è scaduto, difettoso o non è stato conservato in maniera corretta;
  • Hai bevuto troppo o assunto farmaci diuretici subito prima del test, per cui c’è un’eccessiva diluizione delle urine;
  • È in corso una gravidanza extra-uterina;
  • Hai commesso errori di procedura;
  • Stai assumendo farmaci per la fertilità a base di menotropina (per il trattamento dell'infertilità) e carbamazepina.

Per tutte le ragioni riportate, ti consigliamo di ripetere il test dopo qualche giorno o effettuare un prelievo di sangue per ricevere una risposta attendibile al 100%.

Il test potrebbe essere positivo ma non sei incinta? (falso negativo)

Si tratta di un evento decisamente raro ma che potrebbe verificarsi per una o più di queste situazioni:

  • Stai assumendo determinati farmaci (come i neurolettici);
  • Hai un’infezione urinaria in corso;
  • C'è una presenza di sangue nelle urine;
  • Presenti alti livelli di ormone luteinizzante, cisti ovariche o sei in menopausa;
  • Test scaduto o non adeguatamente conservato;
  • Hai avuto un aborto recente;
  • Hai impiegato un contenitore per raccogliere l’urina non sterile.

Test di gravidanza precoce

Se proprio non riesci ad attendere il primo giorno di ritardo del ciclo, puoi sempre effettuare il test di gravidanza precoce: kit domestici con le stesse caratteristiche di quelli precedenti, capaci di riconoscere il dosaggio della beta anche 4-5 giorni prima del presunto inizio delle mestruazioni.

I test di gravidanza fai da te: sono attendibili?

“I test della nonna” per scoprire una futura gravidanza si basano su esperimenti basati sul contatto delle urine con alcune sostanze, come candeggina, olio e bicarbonato, che dovrebbero innescare reazioni particolari. Seppur scontato, riteniamo che sia utile comunque ribadire che tali test non solo non hanno alcun riscontro scientifico, ma non hanno il potere di rilevare la presenza dell’ormone della gravidanza nelle urine.


Scopri se sei incinta e approfitta della promozione: test di gravidanza domestici delle migliore marche a prezzi scontati. 

Lascia un commento